Il sito utilizza cookie tecnici per la propria funzionalità. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy | Chiudi avviso

inizio pagina
Con questo menù puoi accedere velocemente a:

lunedì 16 luglio 2018
Ricerca

  | Ricerca per Parole chiave | Help Desk telematico | FAQ

| torna al menù principale della pagina » |

inizio informazioni

Sommario della pagina:
  • Autoriparatore
  • Marchio collettivo "Impresa di Marca"
  • Imprese già esistenti
  • Nuove imprese

- Home Page / Sono / Autoriparatore

Autoriparatore

Marchio collettivo "Impresa di Marca"

"Impresa di Marca" garantisce trasparenza e informazione sul corretto comportamento delle attività trevigiane.

Richiedi alla Camera di Commercio l'uso non esclusivo del marchio, impegnandoti a rispettare il codice di condotta delle imprese di autoriparazione.

Per ulteriori informazioni e la documentazione relativa, consulta la relativa sezione.

Sono un Autoriparatore se riparo, sostituisco, modifico e ripristino qualsiasi componente, anche particolare, di veicoli a motore, nonché se installo, sugli stessi veicoli, impianti e componenti fisse.

L'attività di autoriparazione si distingue nelle attività di:

  1. meccatronica
  2. carrozzeria
  3. gommista

NOTA BENE: con legge n. 224/2012 in vigore dal 5.1.2013 sono state unificate in una nuova categoria detta «meccatronica» le due preesistenti attività di meccanico-motorista (lett. a) ed elettrauto (lett. c).

Imprese già esistenti

Sulla base delle disposizioni transitorie (art. 3), le imprese iscritte nel Registro delle imprese o nell'Albo delle imprese artigiane alla data del 5.1.2013 sia per l'attività di meccanica e motoristica sia per quella di elettrauto, sono abilitate di diritto allo svolgimento della nuova attività di meccatronica.

La legge 205 del 27.12.2017 ha prorogato di cinque anni il termine per l'abilitazione all'esercizio dell'attività di meccatronica previsto dalla legge 224/2012; le imprese di autoriparazione abilitate alle attività di meccanica e motoristica o di elettrauto precedentemente definite dalla legge n. 122/1992 potranno pertanto proseguire le specifiche attività suddette FINO AL 4.1.2023.

Entro detto termine i preposti alla gestione tecnica dovranno frequentare con esito positivo il corso professionale di cui alla lettera b) del medesimo comma 2, limitatamente alle discipline relative all'abilitazione professionale non posseduta; In mancanza di ciò, il soggetto non può più essere preposto alla gestione tecnica dell'impresa.

Da tale percorso di adeguamento professionale sono esclusi i titolari di impresa individuale/preposti alla gestione tecnica che abbiano già compiuto 55 anni alla data di entrata in vigore della legge 224/2012: pertanto i soggetti NATI ENTRO IL 4.1.1958 potranno proseguire l'attività fino al compimento dell'età prevista, ai sensi della disciplina vigente in materia, per il conseguimento della pensione di vecchiaia.

Nuove imprese

Con recenti pareri il Superiore Ministero dello Sviluppo economico si è espresso nel senso che "alla luce delle nuove disposizioni contenute nell'art.1, comma 1132, punto d) della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020), con il quale sono state apportate delle modifiche alla L. 11 dicembre 2012, n. 224, non si possa più consentire l'apertura di nuove imprese operanti nel settore ex elettrauto o ex meccanico-motoristico

Quanto al possesso dei requisiti tecnico-professionali "è inoltre necessario che gli interessati – aspiranti nuovi imprenditori/preposti alla gestione tecnica - maturino l'esperienza professionale prevista dall'art. 7, comma 2, punti a) e b) della L. 122/1992 presso un'impresa che sia abilitata all'esercizio dell'attività meccatronica, non essendo più possibile far valere l'esperienza acquisita sulla base della vecchia disciplina - come elettrauto o come meccanico motoristico – in quanto non più applicabile".




Per informazioni:

Albo Imprese Artigiane e attività regolamentate
Piazza Borsa, 3/B - 31100 Treviso, 2° piano
Tel. CALL CENTER 0422 595599
Presso la sede camerale: 0422 595405 (risponde dalle 11.00 alle 12.00) - Fax 0422 595595
e-mail: albo.artigiani@tb.camcom.it

Orario
mattino: 9.00 - 12.30 dal lunedì al venerdì
pomeriggio: 15.00 - 16.30 mercoledì
AGOSTO: CHIUSO al pomeriggio

Capo Settore: Andrea Manganiello
Responsabile d'Ufficio: Fabio Morsanutto


Mappa del sito | Accesso rapido | Documenti più visti | Note legali | Privacy

Uffici | Newsletter | Camera di Commercio | Ciao Impresa


Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Treviso-Belluno - sede di Piazza Borsa 3/B - Tel. 0422 5951 - PEC: cciaa@pec.tb.camcom.it
C.F. 04787880261 - P.IVA 04787880261