RAPPORTO ANNUALE SUL MERCATO DEL LAVORO 2016 - page 115

110
Le carni avicole hanno aumentato la produzione in Veneto ma hanno subito una
ulteriore consistente flessione del prezzo di mercato (-11%) anche in questo caso
pericolosamente vicino, e in molti casi al di sotto, del costo di produzione; le aziende
tuttavia sono riuscite a recuperare una parte della marginalità grazie alla riduzione dei
costi delle razioni alimentari e dell’energia anche per il 2016.
2. Le imprese nel settore dell’agricoltura, silvicoltura e pesca in provincia
di Treviso a fine anno 2016
Alla fine del 2016, in provincia di Treviso si contano 14.001 imprese agricole attive che
rappresentano il 17,5% dello stock di imprese presenti nel territorio.
Di queste imprese agricole il 42% sono aziende a conduzione prevalentemente viticola
(5.904), il 23% sono cerealicole (3.237), il 10,3% sono aziende zootecniche (1.444, di
cui 893 dedicate all’allevamento di bovini da latte).
Rispetto al 2015, il comparto agricolo perde 87 imprese (-0,6%). La contrazione è stata
più contenuta rispetto all’anno precedente grazie all’inserimento di ben 156 nuove
imprese viticole.
Il settore maggiormente penalizzato è quello della cerealicoltura che perde nel corso
dell’ultimo anno 140 imprese, seguito da quello zootecnico-bovine da latte che a
seguito della crisi dei prezzi verificatasi nel 2016 ha visto chiudere bel 50 allevamenti in
provincia di Treviso.
Una prospettiva di più lungo periodo ci può aiutare a comprendere maggiormente dove
sta andando l’agricoltura trevigiana.
Sempre con riferimento alla dinamica delle imprese agricole, sono stati recuperati i dati
dal 2000 al 2016. È immediatamente evidente dal grafico 1 la linea fortemente cedente
del numero di imprese agricole attive in agricoltura in quel periodo, linea che trascina
con se in maniera sostanzialmente omogenea le linee delle principali filiere agricole
trevigiane: quella zootecnica da carne e da latte soprattutto e quella orticola.
Dal 2010 tuttavia il settore viticolo si smarca e inverte improvvisamente la direzione in
maniera molto evidente; quanto questo incida sulla composizione dello scenario
produttivo agricolo trevigiano si vede ancora meglio sul grafico 2 relativo al periodo
2009-2016 che descrive bene come il comparto viticolo (che passa dal 33% al 42%)
sia diventato il vero soggetto forte caratterizzante l’economia agricola, e non solo,
trevigiana.
1...,105,106,107,108,109,110,111,112,113,114 116,117,118,119,120,122-123,124-125,126-127,128-129,130,...270
Powered by FlippingBook