Il sito utilizza cookie tecnici per la propria funzionalità. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy | Chiudi avviso

inizio pagina
Con questo menù puoi accedere velocemente a:

Dimensione caratteri: dimensioni carattere: normale | dimensioni carattere: medio | dimensioni carattere: grande |
icona alto contrasto ALTO CONTRASTO  | 

giovedì 14 dicembre 2017
Ricerca

  | Ricerca per Parole chiave | Help Desk telematico | FAQ

| torna al menù principale della pagina » |

inizio informazioni

Home Page / eventi, concorsi e bandi / Bandi e concorsi / Fondo di Garanzia per PMI e imprese femminili

Fondo di Garanzia per PMI e imprese femminili

L'intervento pubblico di garanzia sul credito alle PMI italiane

Con il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, l'Unione europea e lo Stato Italiano affiancano le imprese che hanno difficoltà ad accedere al credito bancario perché non dispongono di sufficienti garanzie.

Come funzione il fondo di garanzia

La garanzia del Fondo è una agevolazione del Ministero dello sviluppo economico, finanziata anche con le risorse europee dei Programmi operativi nazionale e interregionale 2007-2013, che può essere attivata solo a fronte di finanziamenti concessi da banche, società di leasing e altri intermediari finanziari a favore delle PMI.

Il Fondo non interviene direttamente nel rapporto tra banca e impresa. Tassi di interesse, condizioni di rimborso ecc., sono lasciati alla contrattazione tra le parti. Ma sulla parte garantita dal Fondo non possono essere acquisite garanzie reali, assicurative o bancarie.

Quali imprese garantisce

L'impresa deve essere valutata in grado di rimborsare il finanziamento garantito. Deve essere perciò considerata economicamente e finanziariamente sana sulla base di appositi modelli di valutazione che utilizzano i dati di bilancio (o delle dichiarazioni fiscali) degli ultimi due esercizi. Le start up sono invece valutate sulla base di piani previsionali.

Come presentare la domanda

L'impresa deve rivolgersi ad una banca per richiedere il finanziamento e, contestualmente, richiedere che sul finanziamento sia acquisita la garanzia diretta.
Sarà la banca stessa ad occuparsi della domanda.
In alternativa, l'impresa si può rivolgere a un Confidi che garantisce l'operazione in prima istanza e richiede la controgaranzia al Fondo.

Tutte le banche sono abilitate a presentare le domande mentre occorre rivolgersi ad un confidi accreditato.

Per ulteriori informazioni: www.fondidigaranzia.it



SEZIONE SPECIALE: "Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità"

Riservata alle imprese a prevalente partecipazione femminile.

La Sezione Speciale è stata istituita con convenzione del 14 marzo 2013 tra Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Alle imprese femminili sono riservate condizioni vantaggiose per la concessione della garanzia e in particolare:

  • possibilità di prenotare direttamente la garanzia
  • priorità di istruttoria e di delibera
  • esenzione dal versamento della commissione una tantum al Fondo
  • copertura della garanzia fino all'80% sulla maggior parte delle operazioni

Una quota pari al 50% della dotazione complessiva, pari ad € 20 milioni, è riservata alle nuove imprese.

Come prenotare la garanzia

Per prenotare la garanzia, l'impresa deve inviare l'Allegato 22 "Modulo di prenotazione garanzia imprese femminili" al Gestore tramite:

Ottenuta la delibera di approvazione del Comitato di gestione del Fondo, l'impresa può recarsi presso un intermediario finanziario (banca, società di leasing o confidi) che dovrà presentare richiesta di conferma della garanzia entro tre mesi dalla data di delibera del Comitato.

La prenotazione della garanzia è una procedura facoltativa. Le imprese femminili possono anche utilizzare il normale iter di accesso, rivolgendosi senza prenotazione a un intermediario finanziario che presenterà la domanda al Gestore del Fondo.

Per ulteriori informazioni: www.fondidigaranzia.it/femminili.html

_______________________

Scadenza: fino ad esaurimento fondi


 

Mappa del sito | Accesso rapido | Documenti più visti | Note legali | Privacy

Uffici | Newsletter | Camera di Commercio | Ciao Impresa


Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Treviso-Belluno - sede di Piazza Borsa 3/B - Tel. 0422 5951 - PEC: cciaa@pec.tb.camcom.it
C.F. 04787880261 - P.IVA 04787880261